giovedì 22 marzo 2018

Gradirei un consulto duro ma obiettivo. Ditemi per cortesia ove sta scritto che è vietato prospetatre questioni di alta cultura POLITICA, o di filosofia istituzionale oppure di impegno civile in base al seguente regolamento della calandriniana Bankitalia-

E sì perché Calandrino inurbanamente mi ha cacciato via da BANKITALIA perché un tal Salvo ha giudicato 'politico' sia pure in termini confusionari (ovviamente in base alla sua microcefola valutazione) un mio accoramento per l'impasse parlamentare che non sarà giammai indolore per la BI.

Ecco il regolamento che sottopongo alla vostra ermeneitica_
Regolamento del Gruppo “BANKITALIA”

Il Gruppo BANKITALIA si prefigge lo scopo di dare una pur minima informativa ai colleghi e tra colleghi ed ex; di essere un punto d’incontro nel ritrovarsi; di essere di pungolo e di ausilio a Tutte le Organizzazioni Sindacali per le varie problematiche che ogni giorno si affrontano e ci coinvolgono; di essere uno spazio di discussione e confronto su casi e questioni strettamente legate alla Banca d’Italia, agli Enti terzi o Collaterali (CASC, CSR, SIDIEF …), all’INPS, all’Agenzia delle Entrate, alle Autorities etc …..

L'adesione al Gruppo è libera. Per assicurare a tutti i partecipanti (colleghi in servizio, a contratto, in accompagno e pensionati diretti, capitalizzati, indiretti) una serena fruizione di questo spazio, si raccomanda l'osservanza delle seguenti indicazioni di "netiquette" (il cosiddetto "Galateo della Rete"):

1) non rivolgersi agli altri come non vorresti si rivolgessero a te;

2) non usare il maiuscolo in un intero messaggio, poiché ciò in Rete equivale ad URLARE;

3) per rispondere a un messaggio è bene utilizzare i commenti e non inserirne dei nuovi;

4) quando si interviene in una conversazione in corso tra più utenti, indicare il nome di quello a cui ci si rivolge;

5) essere tolleranti con chi commette errori grammaticali e con chi non intende intervenire su un argomento;

6) non rivolgere commenti sulla persona e/o Ente (Banca, Sindacato, altri), anche se non facenti parte del Gruppo, ma al contenuto del post d’interesse.

7) illustrare in modo comprensibile gli argomenti che si postano;

8) risolvere eventuali diatribe e argomenti di natura personale al di fuori del Gruppo;

9) non pubblicare messaggi pubblicitari di varia natura né il contenuto di scritti non propri senza l'esplicito permesso dell'autore;

10) le pubblicazioni della documentazione emessa dagli Enti ritenuti centrali all’interesse dei partecipanti al Gruppo, devono corrispondere agli originali;

11) usare all’occorrenza la funzione FB “segnala post all’amministratore”.

Per tutelare il diritto alla riservatezza dei partecipanti, si precisa che gli interventi e le conversazioni del Gruppo BANKITALIA non dovranno essere divulgati all'esterno.

18 febbraio 2015 (1^rev. 18 agosto 2016) (2^rev. 24 ottobre 2016)

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Lillo Taverna Ecco il mio 'pezzo' che tal Salvo ha giudicato impubblicabile nella BANKITALIA di Calandrico che subito si è piegato all'incultura di tal Salvo e mi ha espulso su due piedi. ****************************** NULLA DI CLAMOROSO, solo ipotesi di chi crede di avere la palla di vetro del nostro nelulosissimo futuro politico. Il risultato elettorale, non tanto per il Rosatellum ma per l'uso ribelle che gli italici ne hanno voluto fare, la rinvigorita carta costituzionale, quel che resta di una democrazia parlamentare, possono bene portarci a queste ondivaghe ma ineludibili navigazioni del buon Mattarella. Io son certo che queste pur probabili previsioni si sfalderanno alla luce della nostra italica millennaria cultura, alla nostra superiore saggeza politica, al nostro spirito salvico che ci ha permesso di passare dall'Italietta post fascista, distrutta e contadina, alla settima potenza del mondo. Crepino i tanti profeti di sciagure non tutti a cinque stelle. Calogero Taverna
Posta un commento